CAMPODARSEGO-VIRTUS VECOMP 2-2 DOPO I SUPPLEMENTARI: E’ FINALE CONTRO IL BELLUNO

E’ finale. Il Campodarsego con una doppia rimonta riprende la Virtus Vecomp e accede alla finale dei playoff, dove troverà, sempre al Gabbiano, il Belluno, passato per 1-0 sul campo dell’Este. Gara soffertissima per i biancorossi di Antonio Andreucci, che vanno sotto, trovano il gol del pareggio al 92’ e nei supplementari si ritrovano ancora una volta in svantaggio. Ma il grande cuore e la grinta, che ha contraddistinto questa fantastica stagione, consente al Campodarsego di trovare a 5’ dalla fine dei supplementari il gol del 2-2 che vale il pass per la finale playoff. Una finale che potrebbe mettere i biancorossi in una posizione di assoluto privilegio nella griglia dei ripescaggi per la Lega Pro. Il sogno quindi continua.

La prima palla gol del match è per il Campodarsego con una triangolazione Kabine-Aliù-Kabine e il tiro di quest’ultimo fuori di poco (8’). Al 13’ è ancora Campodarsego con Radrezza che scende in slalom per poi servire Pellizzer, il quale imbecca Piaggio, che però non arriva per poco sulla sfera. Al 18’ la Virtus Vecomp passa: grande azione di Mensah sulla sinistra, che salta Arthur, per poi servire Joketic, che al volo batte dentro l’area batte Merlano. La risposta del Campodarsego è immediata, perché al 21’ Radrezza imbecca Kabine, la cui conclusione è deviata in corner da un grande Guagnetti. Alla mezzora si rivede la formazione ospite con Santuari che trova Mensah, ma la sua conclusione termina fuori. L’ultima palla gol del primo tempo è per il Campodarsego con Piaggio che serve Kabine, ma l’azione si conclude con un nulla di fatto.

Nella ripresa il Campodarsego alza il ritmo del match alla ricerca del gol del pareggio che varrebbe i supplementari. Dopo le occasioni avute da Kabine e Aliù, è Merlano a salvare i biancorossi sulla conclusione di Santuari. Risponde il Campodarsego un minuto dopo con Cacurio, che imbecca Aliù, il quale manca di pochissimo la mira. Passano 2’ e la punizione di Alba chiama Merlano alla deviazione in corner. Al 37’ entrano Michelotto e Zecchin e la gara svolta. All’ultimo affondo, al secondo dei tre minuti di recupero, su un pallone calciato in area da Michelotto alla disperata Kabine trova il tempo per deviare di testa alle spalle di Guagnetti. E’ l’1-1 che fa esplodere di gioia il Gabbiano e che costringe le due squadre ai tempi supplementari.

L’extra time si apre con la splendida conclusione di Cacurio che calcia di un soffio a lato della porta difesa da Guagnetti. All’8’ però la Virtus Vecomp torna avanti: stacco imperioso di Rossi sugli sviluppi di un calcio d’angolo e Virtus in vantaggio. Il Campodarsego però non molla mai e nella ripresa trova il gol del pareggio. Al 10’ del secondo tempo supplementare Aliù va giù toccato da Rossi, l’arbitro indica il dischetto. Cacurio spiazza Guagnetti e fa 2-2. E’ il gol che porta il Campodarsego alla meritata finale dei playoff.

CAMPODARSEGO: Merlano, Arthur, Buson, Bedin, Gal, Poletti (39’st Michelotto), Pelizzer, Piaggio (11’st Cacurio), Aliù, Radrezza (26’st Zecchin), Kabine. A disp. Vanzato, Ruopolo, Tanasa, Bortot, Dario. All. Andreucci
VIRTUS VERONA: Guagnetti, N’Ze, Peroni, Rossi, Allegrini, Maccarone, Santuari, Burato (21’st Lechthaler), Joketic, Mensah (29’st Cernigoi), Alba (37’st Pedrinelli). A disp. Tebaldi, Boateng, Vesentini, Frinzi, Leoni, Marangi. All. Fresco

ARBITRO: Sig. Ruggiero sezione Roma 1 (Trasciatti – Gentileschi)

RETI: 18′ Joketic, 47’st Kabine, 8’pts Rossi, 10’sts Cacurio (rig)

NOTE: giornata piovosa. Spettatori 300 circa con rappresentanza ospite. Angoli 9-3. Ammoniti: Piaggio, Burato, Radrezza, Bedin, Pelizzer, Kabine, Joketic, Rossi, Santuari. Recupero: pt 0′, st 3′.

 

 

Federico Franchin
Ufficio Stampa

 

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien