Un altro scontro diretto, domani arriva l’Union Feltre. Andreucci: “Vogliamo fare una grande gara”

Tre vittorie e un pareggio, sull’ostico campo del Delta Porto Tolle, rappresentano sicuramente un ottimo bottino: il Campodarsego è partito forte nel girone di ritorno, e domenica, a Chions, ha ritrovato in un delicato scontro diretto anche la vittoria esterna che gli mancava da qualche settimana. Domani, alle 14.30, c’è un’altra sfida contro una diretta concorrente, sul terreno della squadra di Andreucci: al “Gabbiano” arriva l’Union Feltre quarta in classifica a due sole lunghezze dai biancorossi. Una partita aperta e da giocare con il coltello tra i denti, perché il Campodarsego vuole un’altra vittoria che lo conduca, con il vento in poppa, alla sfida di domenica 10 febbraio in casa della capolista Adriese. Queste le dichiarazioni del tecnico biancorosso, Antonio Andreucci, alla vigilia del match.

Sul momento della squadra: “Abbiamo dimostrato di star bene, e in questo girone di ritorno ogni partita ha la sua difficoltà. Ci aspetta un altro scontro diretto, guardando la classifica, ma io alla graduatoria preferisco non volgere lo sguardo, e pensare solo alla nostra prestazione. Domenica a Chions abbiamo conquistato tre punti importanti, dobbiamo continuare così”.
Sull’ultima gara: “Una prova superata brillantemente, soprattutto sotto il profilo del risultato. Se vogliamo continuare, però, dobbiamo fare ancora meglio: a Chions abbiamo concesso qualcosa di troppo, la prestazione è stata ottima ma va ancora puntellata con un po’ più di attenzione, se vogliamo rimanere a lottare per i primi posti”.
Sull’avversario: “L’Union Feltre è una squadra che certamente merita la posizione che occupa in classifica. Esprimono un ottimo gioco, ma noi giochiamo in casa e vogliamo fare una grande partita. Da parte loro mi aspetto un gioco fatto di buon possesso e calcio offensivo, mentre noi dovremo mettere a frutto la nostra esperienza e la nostra compattezza, cercando di superare anche questo scoglio”.
Su Paul Nnodim, l’ultimo arrivato: “L’ho visto poco, purtroppo ha fatto un allenamento con noi in settimana e poi si è preso la febbre, quindi stiamo ancora verificando se sarà della partita di domani: è l’unico dubbio che abbiamo. Per caratteristiche è un ragazzo che sicuramente può darci una grande mano: un giocatore giovane, in mezzo al campo ne avevamo un po’ bisogno, con una fisicità importante. Per il resto, al squadra sta bene e sono tutti a disposizione”.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien