Domani al “Gabbiano” arriva il Levico, mister Andreucci: “Tiriamo fuori orgoglio ed entusiasmo”

Dopo due gare a secco di successi (il pareggio casalingo contro l’Union Feltre e la sconfitta in casa dell’Adriese), domani alle 14.30 il Campodarsego torna allo stadio “Gabbiano” per ritrovare confidenza con la vittoria. Avversario di turno è però il Levico Terme, formazione da prendere con le molle e che nel girone d’andata – nella gara prima rinviata per il maltempo e poi giocata alcune settimane più tardi – riuscì a sconfiggere i biancorossi in una partita rocambolesca e risolta da una rete nei minuti di recupero. Un motivo in più per tenere alta la guardia, per un Campodarsego che comunque non lascia abbattere dalle ultime due, poco fortunate uscite. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore, mister Antonio Andreucci, alla vigilia della sfida contro la formazione trentina.

Sul momento della squadra: “Direi che mentalmente la squadra ha risposto bene, i ragazzi sono consapevoli anche ad Adria di essersela giocata alla pari con un avversario di rango, e per questo le sensazioni dopo la partita sono state sufficientemente positive per ciò che riguarda la prestazione, anche se è rimasto un grande rammarico per il risultato. Normale che ogni partita poi faccia storia a sè, ci concentriamo direttamente su quella di domani”.
Sulla gara di Adria: “In un momento della partita, con un pizzico in più di convinzione avremmo potuto prendere la gara in mano: abbiamo lavorato un pochino anche per migliorare questo aspetto, consapevoli comunque che questo campionato non ti permette di rimanere concentrato sul passato, ma ti impone subito di voltare pagina: la nostra concentrazione si è diretta sul Levico, è sempre la prossima partita quella più importante”.
Sull’avversario: “Il Levico è una squadra che ha fame di punti, che una rosa attrezzata in tutti i reparti. Una formazione che, come molte in questo campionato, se la gioca con tutti. Mi aspetto che il Campodarsego si concentri sull’entusiasmo per l’essere in alto in classifica e tiri fuori la voglia di rimanerci, e che tiri fuori anche il giusto orgoglio dopo che domenica scorsa il risultato ottenuto non è stato quello che volevamo. Domani vogliamo andarcelo a prendere, ma con grande umiltà, perchè questa categoria chiede molte attenzioni, anche sotto l’aspetto tattico”.
Sulla squadra: “Il problema di Raimondi è stato fortunatamente meno grave del previsto: è stato a riposo per qualche giorno, ma negli ultimi due si è allenato regolarmente, è a disposizione e vedremo se farlo partire dall’inizio. Ci mancherà solo lo squalificato Pelizzer, per il resto siamo tutti”.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien