Coppa Italia, domani al “Gabbiano” torna Campodarsego-Adriese: si giocano i 16.mi di finale

Campodarsego e Adriese si ritrovano. La grande classica degli ultimi anni torna domani, alle 15 allo stadio “Gabbiano”, ma stavolta non è nè una sfida di campionato nè tanto meno di playoff, quale la finalissima dello scorso anno, vinta dai biancorossi. Le due formazioni, tra 24 ore, si ritrovano l’una contro l’altra nei sedicesimi di finale della Coppa Italia Serie D: il Campodarsego ci arriva dopo aver surclassato il Chions a domicilio, l’Adriese dopo aver avuto ragione ai rigori del Mestre. Anche in questo caso, il match si disputa in gara unica ad eliminazione diretta: in caso di risultato di parità al termine dei novanta minuti regolamentari, la gara terminerà ai calci di rigore, che decreteranno la vincitrice dell’incontro, senza quindi disputa dei tempi supplementari. Un incrocio che riporta a Campodarsego anche due grandi ex che oggi compongono l’attacco dell’Adriese: Aliù, per tanti anni capitano dei biancorossi, e Lauria, che tre stagioni fa fu tra i protagonisti con la maglia biancorossa. In rosa, anche l’attaccante Damien Florian, altro ex dell’incontro. Queste le dichiarazioni del tecnico dei padroni di casa, Antonio Andreucci, alla vigilia della sfida.

Sulla partita: “Una grande classica, per noi è anche l’occasione per vedere all’opera qualche giovane e qualcuno che sinora ha giocato meno, utilizzerò questa gara principalmente con questo obiettivo. Pur sempre si tratta di una gara ad eliminazione diretta, e di una competizione che il Campodarsego ha già vinto due stagioni fa: vogliamo fare bella figura e fare bene, ma c’è anche la necessità di valutare alcuni ragazzi che per diversi motivi hanno avuto la possibilità di farsi notare di meno. Poi se arriverà la qualificazione tanto meglio, perchè vogliamo onorare la manifestazione nel migliore dei modi”.
Sulla squadra: “Sicuramente D’Appolonia sarà della partita, domenica è stato espulso a metà gara e non ci sarà in campionato nel prossimo turno, questa è sicuramente una certezza. Per gli altri, devo decidere alcune situazioni, abbiamo da recuperare anche alcuni giocatori che erano fuori per infortunio, e in questo momento la priorità va sicuramente al campionato”.
Sull’avversario: “Dall’Adriese non so cosa aspettarmi, noi guardiamo in casa nostra puntando principalmente a far rendere al massimo le nostre risorse. Affrontiamo un avversario importante, ma non è un problema perché siamo abituati a sfide così cariche”.
Sui grandi ex: “Due giocatori che qui hanno fatto cose importanti e hanno sicuramente lasciato bei ricordi. Aliù l’ho allenato per due anni, è sempre un piacere rivederlo, un ragazzo che ha lasciato un ottimo ricordo a Campodarsego così come Lauria, che tecnicamente qui ha fatto un grande campionato segnando più di 20 gol in una stagione. Sono due giocatori di grande spessore per l’Adriese”.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien