Vigilia di Mestre-Campodarsego, mister Ballarin: “Cambiare registro, e alla svelta”

Domani alle 14.30 il Campodarsego è atteso ad una nuova e impegnativa trasferta. I biancorossi sono di scena sul campo del Mestre, terzo in classifica, e soprattutto ci arrivano dopo la cocente sconfitta casalinga col Chions. Il risultato della gara è ancora sub judice, col giudice sportivo che ha rinviato ogni decisione visto il reclamo del Campodarsego, ma ciò non toglie che la prestazione della squadra sia stata non all’altezza della situazione. Una circostanza che trova conferma nelle parole del tecnico del Campodarsego, Alessandro Ballarin, alla vigilia di un match delicatissimo.

Sul momento della squadra: “Lo scatto in avanti non ci è riuscito, e la responsabilità è solo nostra. Siamo mancati in cattiveria, in attenzione, in quei dettagli che non possiamo permetterci di tralasciare. E questo non deve più succedere. Arrivavamo dalla vittoria di Feltre, ora è difficile trovare una spiegazione: abbiamo fallito la prova di maturità, dico solo che non voglio più vedere prestazioni come quella di mercoledì”.
Sulla squadra: “I ragazzi sono delusi, perchè anche la squadra si è accorta di avere sbagliato un po’ l’atteggiamento nell’affrontare la gara. In questi giorni stiamo lavorando molto sull’aspetto psicologico, una battuta d’arresto così lascia il segno, ma non dobbiamo perdere la fiducia e la convinzione. Non ripetiamo gli errori che abbiamo fatto contro il Chions”.
Sul match di domani: “Affrontiamo una delle migliori squadre del girone. Un avversario organizzato, che gioca molto bene e che occupa meritatamente una posizione alta di classifica. Noi dobbiamo cambiare registro, e alla svelta: in formazione siamo un po’ corti, tutte queste partite ravvicinate si stanno sentendo, ma andiamo a giocarcela con cattiveria. Voglio vedere gli artigli della squadra, è il momento di tirarli fuori”.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien