Un ritorno, una conferma e due Juniores “promossi”: i primi tasselli del nuovo Campodarsego

Il Campodarsego Calcio comunica di aver perfezionato in queste ore le prime operazioni che andranno a comporre la rosa della prima squadra biancorossa in vista della stagione 2021-2022. Un ritorno, una conferma e due ragazzi “promossi” dalla Juniores: sono questi i primi tasselli messi al loro posto dal direttore sportivo Luciano Stevanato e dal tecnico Cristiano Masitto.

CHI SONO. Torna a Campodarsego, dopo cinque stagioni, l’esterno offensivo Damiano Franceschini: 30 anni, aveva vestito la maglia biancorossa nella seconda metà stagione della stagione 2016-2017, collezionando 16 presenze e una rete in maglia biancorossa. Nelle ultime stagioni ha vestito anche le casacche di Montebelluna e Abano, e prima ancora Sandonà, Correggese e San Paolo Padova per un totale di oltre ben 240 presenze in Serie D. Insieme a lui, rimane in maglia biancorossa anche il difensore Tommaso Gentile, che dopo la passata stagione ()18 presenze e un gol) vestirà ancora la maglia del Campodarsego. Andando ad unirsi ad una rosa che vedrà invece per la prima volta in pianta stabile anche due giovani provenienti dalla nostra Juniores: Prevedello, attaccante classe 2004, e Cavallini, terzino sinistro classe 2003.

IL BENVENUTO. Queste le parole dell’allenatore, Cristiano Masitto, sul nuovo arrivato. “Nel momento in cui ho firmato col Campodarsego, ho risentito alcuni giocatori che avevo avuto in passato e questo ovviamente mi ha fatto molto piacere perchè vuol dire che si sono trovati bene, e io con loro. Nella squadra ci sono degli elementi, per il modo che ho di giocare, che possono essere molto utili: Damiano Franceschini è uno di questi, perchè  può ricoprire più ruoli. Si tratta di un giocatore ancora molto giovane, che sa come lavoro, mi è piaciuto molto il suo entusiasmo: è un giocatore che ci potrà servire”.
Sulle conferme in biancorosso: “Mi fa molto piacere che rimanga Gentile, un ragazzo promettente e che ovviamente dev’essere protagonista in un campionato importante, far bene e mettersi in mostra. Sono contento che abbia scelto di rimanere, dopo la passata stagione non era semplice: l’ho trovato carico e motivato e per me questo è molto importante. Prevedello e Cavallini sono due giocatori interessanti, che vorrei inserire in rosa e su cui lavorare: lavoreremo quest’anno su una rosa mista, con elementi esperti e giovani, anche tra quelli che provengono dal nostro vivaio. Stiamo cercando di allestire una squadra con queste caratteristiche: a mio avviso quando i giocatori sono bravi bisogna metterli dentro, non con le parole ma nei fatti. Prevedello e Cavallini troveranno spazio nella nostra squadra e potranno solo che migliorare. Vogliamo partire da zero rispetto allo scorso anno, ma dando continuità al lavoro fatto nelle ultime stagioni dalla società”.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien