Domani il debutto casalingo con il Delta, Paganin: “Un vero scontro diretto, la prova del nove per noi”

Dopo la convincente vittoria al debutto sul campo della Virtus Bolzano, griffata dalle marcature di Franciosi e Florian, domani alle 15 per il Campodarsego arriva il momento dell’esordio casalingo. I biancorossi tornano sul luogo del “misfatto”, dove due settimane fa una gara stregata consegnò alla Clodiense il passaggio del turno in Coppa Italia: avversario di domani, nel secondo turno del girone C di Serie D, il quotato Delta Porto Tolle, reduce da un pareggio modesto alla prima giornata. Le dichiarazioni del tecnico, Antonio Paganin, alla vigilia del debutto casalingo in campionato.
Sul debutto: “Arriviamo da una gara nella quale mi aspettavo risposte importanti dal gruppo, e le ho avute. A Bolzano, dopo la gara di Coppa che ci aveva lasciato un po’ di amaro in bocca, abbiamo centrato una prima vittoria in campionato che ci ha permesso di rimettere un po’ le cose a posto: il lavoro durante la settimana è andato via molto più liscio, si è alzata molto l’autostima dei ragazzi”.
Sulla partita: “Il Delta arriva da un pareggio, e questo comporta due conseguenze diverse. Da un lato questo ci fa capire che, essendo ad inizio stagione, per tutti c’è qualcosa da rodare e qualche meccanismo da affinare, è normale: ci vorranno almeno quattro o cinque giornate, per andare a regime. Dall’altro però arriveranno da un risultato che vorranno riscattare, non se l’aspettavano e questo darà loro quella voglia di rivalsa che dà sempre una spinta importante. Abbiamo entrambe ambizioni di vertice, anche se siamo alla seconda giornata è già uno scontro diretto e diventerà molto importante il modo in cui le due formazioni approcceranno la gara”.
Sulla tenuta della squadra: “Credo sia positivo incontrare una formazione che sicuramente se la giocherà a viso aperto, la nostra è una squadra costruita espressamente per produrre gioco e una gara come questa può permetterci di giocare per una posta in palio molto alta. I ragazzi avvertono molto queste gare, lo leggo nel loro comportamento: la prima di campionato, quella col Delta, le successive, che arriveranno presto, con Arzignano e Adriese”.
Sul Delta: “Mi aspetto una grande partita da parte loro, vengono qui per dimostrare di poter fare un campionato di vertice e non penseranno di certo di uscire senza punti dal nostro campo. Per loro vorrebbe dire trovarsi già a cinque punti dalla vetta, il che è esattamente il nostro obiettivo perchè più punti mettiamo tra noi e le concorrenti e meglio è, sin da subito. Vogliamo dare un segnale al’esterno, dimostrare, non solo nelle parole ma coi fatti, che questa squadra vuole dire la sua in questa stagione e ha tutti i mezzi per farlo”.
Sulla squadra: “Mi aspetto il salto di qualità in termini di maturità e modo di stare in campo che ho visto domenica scorsa. Li aspetto alla prova del nove, che ci potrà dare sicuramente un quadro di ciò che ci aspetterà da qui in avanti. A livello di organico, come domenica scorsa, ci mancherà il solo Scapin: ha un’infiammazione al retto femorale, migliora sensibilmente ma è ancora presto per rischiarlo”.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien